attrice

Martina Marotta, dalla scuola del cinema al ruolo di Aurora nel film Infernet, il passo non è breve.

Postato il Aggiornato il

Martina Marotta
Martina Marotta

Nonsolomodanews ha il piacere di presentare ai propri lettori Martina Marotta, giovanissima attrice (compirà 18 anni il prossimo 24 settembre) che con impegno e dedizione sta seguendo la strada che le dia l’opportunità di entrare nel mondo del cinema e poi del teatro, dalla porta principale. Ragazza talentuosa e precoce. Già all’età di 4 anni calcava le passerelle di Pitti immagine bimbo per poi debuttare sul grande schermo a 11 come comparsa in un film dei Cecchi Gori.  Ha terminato il corso presso la scuola di cinema di Giuseppe Ferlito interpretando il ruolo di Aurora nel film <<Infernet>> a breve nelle sale cinematografiche.  Ringraziamo Martina per questa lunga intervista e tutte le persone che l’hanno resa possibile. Auguriamo ai nostri lettori una buona lettura.

Leggi il seguito di questo post »

La prova del cuoco bolle in pentola nuovi ricci?

Immagine Postato il Aggiornato il

Sharon Alario e lo chef Andrea Mainardi durante l'evento culinario a Bergamo
Sharon Alario e lo chef Andrea Mainardi durante l’evento culinario a Bergamo

L’abbiamo vista in qualità di presentatrice di eventi, soubrette, fotomodella, conduttrice radiofonica, attrice e ora? In quel di Bergamo, la giovanissima Sharon Alario, si è districata tra pentole e fornelli conducendo un evento culinario, dove ha visto la partecipazione come  “guest star” di Andrea Mainardi, il noto chef della RAI.

Leggi il seguito di questo post »

L’attrice e modella Lucia Centorame a Nonsolomodanews.

Postato il Aggiornato il

L’attrice e modella di origini abruzzesi incontra Nonsolomodanews. Dalla provincia italiana al grande schermo, in un migliorarsi in continuo divenire.

Lucia Centorame
Lucia Centorame

Nonsolomodanews ha il piacere di presentare ai propri lettori la modella e attrice Lucia Centorame. Lucia Centorame è una modella e attrice abruzzese nata ad Atri (TE), laureata in pubblicità e marketing all’Università di Pescara.  Ha studiato danza e recitazione e da giovanissima ha partecipato a fotoromanzi, nel 2008 ottiene un ruolo nel film drammatico di produzione italo-statunitense “Elegy” e nel 2009 in un film commedia dal titolo “Step brothers”. Nel marzo del 2010 è protagonista nel film “Il professore”.

Successivamente ha il ruolo di co-protagonista nel film “Passioni”. Nel 2010 ha partecipato al concorso per diventare testimonial di Pittarello classificandosi sesta. Ha partecipato nel 2013 alla trasmissione “Lucignolo 2.0” su Italia Uno. Le sue misure sono 85-60-90 e indossa scarpe n. 38. Ringraziamo Lucia per averci concesso questa intervista e auguriamo ai lettori di Nonsolomodanews buona lettura. Leggi il seguito di questo post »

Nonsolomodanews incontra la giovanissima Francesca Semenza. Da Bergamo a Milano a lavorare nel mondo della moda e per coltivare il sogno di diventare attrice.

Postato il Aggiornato il

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nonsolomodanews ha il piacere di presentare ai suoi lettori Francesca Semenza. Francesca è una modella e attrice nata a Bergamo il 23 novembre 1992. Da sempre affascinata dall’arte in genere inizia a posare come modella a 17 anni, notata da una agente della zona che le propone di fare il suo primo book e da quel momento inizia così a lavorare posando per vari fotografi. Durante il liceo Francesca vince alcuni concorsi di bellezza e inizia a realizzare, nel tempo libero, le prime campagne commerciali a livello locale. La passione per la moda si trasforma nel suo reale lavoro una volta conseguito il diploma del liceo Psicopedagogico e si trasferisce così a Milano. Da quel momento inizia così a lavorare duramente vantando una serie di collaborazioni con artisti europei e americani e campagne a livello internazionale. Appare anche sul piccolo schermo in tantissimi spot televisivi italiani e stranieri (Vivident, Mediaset Premium, Clementoni, Che Banca, BastardiDentro ecc ) e  in occasione dei Golden Skate Awards affianca Cristina Chiabotto su Italia 1, premiando i pattinatori più meritevoli giunti da ogni angolo del mondo. Posa inoltre per diverse riviste tra cui Max Russia e Bulgaria e su GQ Italia e per il calendario Raffmetal 2014. Nel frattempo Francesca si avvicina anche al mondo della recitazione. E’ infatti anche attrice protagonista di alcuni lungometraggi italiani e non, l’abbiamo ammirata al Cinema dal 13 marzo per la sua apparizione nel film “Maldamore” di Angelo Longoni e ben presto la vedremo partecipe della terza stagione di una fiction, girata quest’estate nei pressi del lago di Braies, targata Lux Vide in onda sulla Rai.

Francesca Semenza
Francesca Semenza

Ciao ti vuoi presentare? “Sono nata il 23 novembre 1992 a Bergamo, dove mi sono diplomata al liceo psicopedagogico.  Le mie misure 85 – 60 – 85.  Altezza 1,70 Scarpe: 37/38 Taglia: 38 Occhi: Nocciola  Capelli: Castani”.

Prima di iniziare l’intervista, studi o lavori?  “Lavoro come fotomodella per foto, video, e spot televisivi e attrice, nel frattempo continuo a dedicarmi alla mia formazione attoriale”.

Francesca Semenza
Francesca Semenza

Oltre a lavorare che cosa stai studiando? “Studio recitazione”.

Come sei di carattere? “Definire il mio carattere mi è molto complesso, comunque mi ritengo una persona sensibile, riflessiva, molto determinata ed altruista”.

Un tuo pregio? “Credo la determinazione”.

Sei una persona curiosa? “Curiosa di conoscere, ho voglia di viaggiare e scoprire posti nuovi. In questo senso moltissimo!

Francesca Semenza
Francesca Semenza

Che cosa non ti va proprio delle persone e perchè?  “Non sopporto i finti moralisti, gli ipocriti, i falsi e quelli che criticano <<a prescindere>> senza conoscere. Non sopporto gli amici per convenienza, ne ho avuti già troppi, anzi <<troppe>>. Non sopporto chi ricopre un ruolo di prestigio nel lavoro e che sfrutta la propria posizione per trarne vantaggi personali, cosa che purtroppo in questo settore, così come in altri, accade troppo spesso”.

Qual è il tuo colore preferito? “Nero”.

Fiore preferito e animale preferito e perchè? “Fiore preferito dipende da chi me lo regala. Nel linguaggio dei fiori ciascuno ha un messaggio differente.  Animale preferito il cane perchè adoro alla follia il mio piccolo bolognese Leo”.

Cantante preferito? “Non sono il tipo di persona che si fossilizza su un artista nello specifico, mi piace ascoltare il meglio di vari artisti e di vari generi musicali”.

Francesca Semenza
Francesca Semenza

Attore preferito? “Ne apprezzo tantissimi.. di italiani ad esempio mi piacciono molto Carlo Verdone e Stefano Accorsi”.

Sei una sportiva? “Tempo fa praticavo danza classica, mia grande passione, e mi allenavo tutti i giorni con molta disciplina. Ora mi limito a tenermi in movimento facendo un pò di corsa ed esercizi <<fai da te>>”.

Di recente sei stata in vacanza? “Assolutamente si, ne avevo proprio bisogno”.

Sei per il mare o la montagna? “Mare! Anche se la montagna quest’anno mi ha portato fortuna nel lavoro… ”.

A livello fotografico quando hai iniziato a posare? “Ho iniziato a 17 anni notata da una scouter della mia città che mi ha proposto di realizzare il mio primo book. Poi da li è stato un percorso in salita”.

Tu sfili anche? “Diciamo che non ho il classico fisico da passerella, asciutto e senza forme, e non sono nemmeno 1 metro e 80 perciò sono più adatta a lavori fotografici o video. Quando capita però mi diverto a farlo”.

Francesca Semenza
Francesca Semenza

Quali sono le tue sensazioni quando vieni fotografata? “La prima volta che ho posato mi sono sentita davvero a mio agio, carica e con tanta voglia di fare come se avessi scoperto un mondo segreto, che prima non conoscevo, ma che mi attraeva parecchio e per cui mi sentivo predisposta. Da sempre per me posare significa sentirmi a mio agio con il mio corpo”.

In una tua fotografia di ritratto che cosa noti immediatamente? “Dipende. Solitamente in una foto guardo l’armonia dell’insieme e quello che mi trasmette. Poi se si tratta di beauty o un ritratto di moda mi soffermo anche sui dettagli estetici”.

Il mondo della fotografia è come lo immaginavi prima di farne parte? “No, prima di posare per la prima volta non pensavo di esserne adatta per via della mia altezza ma poi man mano mi rendevo conto di quanto crescesse giorno dopo giorno la mia passione per la fotografia e di essere apprezzata da fotografi che stimavo moltissimo così ho continuato, sempre più motivata”.

Quali sono i generi fotografici che preferisci? “Mi piacciono molto le foto fashion, come quelle di Vogue, Numerò ecc. Apprezzo moltissimo anche le foto più artistiche, soprattutto se realizzate in pellicola”.

Francesca Semenza
Francesca Semenza

Preferisci posare in studio, in particolari location o all’aperto? “Mi piace posare in situazioni sempre diverse in modo da avere nel portfolio sempre qualcosa di innovativo”.

Moda. Qual è il tuo rapporto con la moda? “Amo la moda e amo essere sempre molto curata ma non mi fossilizzo necessariamente su ciò che viene dettato dalle grandi maison. Tantissimi abiti che indosso quotidianamente li ho ideati io e realizzati a mano da mia mamma che ha la passione per la sartoria… sarò di parte ma vi assicuro che è davvero brava! ”.

Qual è l’outfit che preferisci? “Mmm difficile da dire. Diciamo che mi piace essere femminile ma comunque non eccessivamente “tirata”, soprattutto durante il giorno. Ma un esempio potrebbe essere l’abitino nero a pois bianchi con un apertura a forma di cuore sulla schiena che ho indossato con particolare piacere quest’estate (tempo permettendo) , realizzato in collaborazione con mia mamma”.

E come accessori?  “Lo abbino con bijoux dorati ma con un design sempre super semplice e come calzature lo posso abbinare uno stivaletto basso, o una zeppa o un tacco alto a seconda della situazione”.

Come vesti nella vita di tutti i giorni? “Semplice. Le mie giornate le trascorro spesso tra un casting e l’altro per cui l’elemento  fondamentale è essere ben curate ma rimanendo sempre “acqua e sapone”… vestiti carini ma non eccessivi e poco trucco”.

Francesca Semenza
Francesca Semenza

Scarpe basse o con i tacchi? “Come ho detto prima, dipende dal momento della giornata”.

Punto forte del tuo fisico? “Non saprei”.

Hai un progetto fotografico che ti piacerebbe realizzare e perché? “Si, e ci sto lavorando… per cui lo vedrete quando sarà pronto”.

Quale rapporto hai coi social network come Facebook e twitter? “Ho un ottimo rapporto con i social network. Quelli che uso di più sono Facebook e Instagram (il mio preferito) dove mi seguono in tantissimi… Twitter mi piace meno in quanto lo trovo più adatto alla condivisione di concisi contenuti testuali più che di immagini o video. Credo che i social network siano un arma molto potente ( e al tempo stesso pericolosa ) per farsi conoscere e confrontare con un pubblico che in qualche modo esprime un giudizio. A proposito, seguitemi!”.

Francesca Semenza
Francesca Semenza

Ultima domanda, sogno nel cassetto che desideri realizzare? “Sicuramente diventare una brava attrice, sogno una parte importante al cinema.

In attesa di vederla prossimamente sul piccolo schermo, ringraziamo Francesca per questa sua lunghissima e interessantissima intervista che ci ha permesso di conoscerla meglio.

Bruno Angelo Porcellana

FB Francesca Semenza

Instagram

Sito personale 

Twitter

@francisemenza

I credits delle fotografie appartengono ai relativi fotografi. Le fotografie sono state fornite da Francesca Semenza  – Tutti i diritti riservati – nonsolomodanews@gmail.com

Nonsolomodanews intervista Claudia Conte, attrice, presentatrice, redattrice, autrice, scrittrice e anche fotomodella, in libreria con il libro “Soffi Vitali. Quando il cuore ricomincia a battere”

Postato il Aggiornato il

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nonsolomodanews ha il piacere di presentare ai propri lettori una giovane ragazza (ha poco più di 22 anni) ma al suo attivo molte cose. E’ Claudia Conte. Ringraziamo Claudia per la disponibilità e auguriamo ai lettori di Nonsolomodanews.com buona lettura.

Claudia Conte
Claudia Conte

Claudia Conte nasce a Cassino nel 1992. Conseguito il diploma teatrale e ottenuta contemporaneamente la maturità classica,  si trasferisce a Roma e, unitamente agli studi universitari di giurisprudenza, dedica la sua vita all’arte. Attrice, presentatrice, redattrice, autrice. Nel 2013 è fondatrice, insieme ad Emanuele Ajello, di “Nova Era”, Associazione di promozione sociale che si occupa di progetti con tematica sociale promossi attraverso l’audiovisivo. Collabora con varie testate giornalistiche. Attualmente ha pubblicato il romanzo <<Soffi Vitali. Quando il cuore ricomincia a battere>>. disponibile al prezzo di 10 euro sul sito http://www.intermediaedizioni.it/index.php?id_product=763&controller=product

Ciao Claudia, una breve descrizione di te… Come sei di carattere liscia o gassata? “Ciao cari, io sono decisamente gassata… un vulcano in piena eruzione… Chi mi conosce sa!!!”.

Grazie per il cari… un tuo pregio? “Mi reputo una ragazza di valori, che da importanza ai sentimenti e che si emoziona per le cose semplici, come un abbraccio dato alla sua adorata nonna! ”.

Claudia Conte
Claudia Conte

Tu sei attrice, conduttrice, autrice. Ti consideri una persona curiosa? “La curiosità e la peculiarità del mio carattere. Mi piace apprendere tutto e, se non riesco, immagino e creo realtà fantastiche… come e’ avvenuto col mio nuovo romanzo… ”.

Parliamo proprio del tuo romanzo “Soffi Vitali. Quando il cuore ricomincia a battere” Di cosa parla? “Non voglio svelare troppo. Posso dirvi che nel romanzo pongo alcuni interrogativi cui, tuttavia, non pretendo di dare risposte univoche (che posso lasciare agli scienziati della materia, nonostante credo che si tratti di situazioni troppo personali per poter essere sottoposte a definizioni). Il mio unico scopo è quello di trasmettere emozioni e suscitare riflessioni. Gli interrogativi principali che propongo sono tre. L’amore è la somma dei momenti intensi, bellissimi, eppure destinati a finire o può durare eternamente nel cuore degli amanti vincendo ogni tipo di ostacolo? La seconda riguarda lo scontro che inevitabilmente nella vita di ognuno viene a crearsi tra i due nemici storici, cuore e cervello. Cosa succede se si vive un conflitto interiore tra ciò che viene considerato eticamente e socialmente giusto e ciò che invece il nostro cuore ci comanda incessantemente di fare? Da questo interrogativo, ne sorge spontaneo un altro. Quanto ciascuno di noi è (pre)disposto al cambiamento e quanto invece si è paralizzati dai vincoli e obblighi sociali e familiari? Naturalmente, in maniera più o meno implicita, in questo romanzo vi è la mia concezione dell’amore”.

Dove si può  trovare il tuo libro? “<<Soffi Vitali. Quando il cuore ricomincia a battere>> è in vendita nelle migliori librerie e online sul sito http://www.intermediaedizioni.it/index.php?id_product=763&controller=product”.

Che cosa non ti va proprio delle persone e perchè? “Io sono una persona per natura cordiale e disponibile con tutti, non colgo la malizia nel prossimo e spesso pecco di ingenuità perché mi fido di persone che non meritano il mio affetto. Rimango spesso male di fronte alla cattiveria gratuita e all’invidia, che spesso sono collegate tra loro…. ”.

Claudia Conte
Claudia Conte

Qual è il tuo colore preferito? “Mi piacciono tutti i colori vivaci e amo anche il bianco e il nero… Dipende dalle giornate e dall’umore che ho…  Se dovessi comunque sceglierne uno, il rosso!”.

Fiore preferito e animale preferito e perchè? “Amo tutti i fiori, li trovo un dono della natura, ne apprezzo la bellezza, il profumo ed i colori… il preferito? Il girasole! Per quanto riguarda gli animali… devo proprio rispondere anche al costo di farmi tantissimi nemici!? Non amo gli animali! ”.

Cantante preferito? “Pino Daniele”.

Attore preferito? “Massimo Troisi”.

Sei una sportiva? “In passato decisamente si… Mi allenavo duramente nei campi di atletica leggera sotto il sole bollente e sotto la pioggia fitta… Ora ho lasciato, ma i sacrifici che solo chi fa sport duramente conosce sono rimasti dentro di me! ”.

In questi giorni è iniziato il campionato di calcio. Segui questo sport? Sei una fan di qualche squadra? “Seguo maggiormente la nazionale quando ci sono i mondiali… purtroppo non amo il calcio perché credo sia tutto studiato a tavolino e sia manovrato, come del resto tutta l’intera società, da chi ha in mano il potere economico”.

Claudia Conte
Claudia Conte

Dove sei stata in vacanza al mare o la montagna? “Quest’anno niente vacanze per motivi lavorativi e familiari… per me alcune cose hanno la priorità! E’ stata un’estate molto complicata e piena di cambiamenti importanti… ”.

Dalla tua biografia abbiamo letto che hai molti interessi, dal giornalismo alla recitazione. Che cosa unisce le tue passioni che sono anche il tuo lavoro attuale? “Il trait d’union ovviamente sono io con la mia grinta e determinazione”.

Noi ti abbiamo conosciuta per le fotografie pubblicate su FB. Quali sono le tue sensazioni quando vieni fotografata? ”. “Anche questa volta non so rispondere… Fate domande troppo difficili! Non saprei, dipende dal tipo di lavoro fotografico… ”.

In una tua fotografia di ritratto che cosa noti immediatamente? “Si dice che lo sguardo sia il ritratto dell’anima e che nello sguardo si nasconde l’interiorità’ di una persona… ”.

Il tuo ultimo lavoro fotografico… “Sono testimonial del “No Violence”, progetto artistico fotografico curato da Michele Simolo contro la violenza femminile che consiste in ricostruzioni sceniche di situazioni post-violenza. Un lavoro particolarmente intenso per la sua drammaticità ”.

Preferisci posare in studio, in particolari location o all’aperto? “All’aperto magari con un bel paesaggio come sfondo… ”.

Qual è il tuo rapporto con la moda? “Io in realtà non seguo la moda… non amo i fenomeni di massa e ho uno stile tutto mio”.

Qual è l’outfit che preferisci? “Outfit elegante e chic”.

E come accessori? “Amo i cappelli! ”.

Come vesti nella vita di tutti i giorni? “Sono curata ma non eccessiva, anche se posso dirvi che non passo mai inosservata… ”.

Claudia Conte
Claudia Conte

Scarpe basse o con i tacchi? “Un po’ di tacco non manca mai o quasi… ”.

Punto forte del tuo fisico? “Non saprei, forse le gambe… ”.

Rapporto con il cibo? “Amo mangiare e bere, ma riesco a regolarmi e ad avere una dieta completa ed equilibrata”.

Quale rapporto hai coi social network come Facebook e twitter? “Potete seguirmi sulla mia pagina fb https://www.facebook.com/ClaudiaContePage?ref=ts&fref=ts e sulla pagina di Soffi Vitali https://www.facebook.com/ilromanzodiClaudiaConte?ref=hl”.

Attualmente stai presentando il prestigioso concorso di bellezza maschile “Il Più Bello d’Italia”. “Sei praticamente beata tra gli uomini. Cosa ti attrae in un uomo?Sicuramente un bel corpo attrae, ma, nel mio caso, non cerco divertimenti… Di un uomo mi attrae il carisma, l’energia e la capacità di sapermi legare a se senza farmi sentire in gabbia! ”.

Progetti futuri? “Con la mia Associazione di promozione sociale Nova Era prestissimo realizzerò, con il contributo della Regione Lazio, una docu-fiction sull’allarme alcool e droghe tra i giovani e gli adolescenti…”.

Ultima domanda, sogno nel cassetto che desideri realizzare? “Trovare l’uomo della mia vita, ma quello vero! ”.

Grazie Claudia a nome mio e dei lettori di Nonsolomodanews

Bruno Angelo Porcellana

Stylist: Barbara Galimberti
Fotografo: Roberto Ronconi
Mua: Giulia Monaco
Location: Il borgo di Ariccia

 Le fotografie sono state fornite da Claudia Conte – Tutti i diritti riservati – http://www.nonsolomodanews.com

Intervista a Tania Orlandini, fotomodella, ballerina, cantante e impersonatrice di Marilyn Monroe, in uscita con un video tributo a Miley Cyrus

Postato il Aggiornato il

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Nonsolomodanews incontra Tania Orlandini, giovane fotomodella (quando capita, come dice lei), cantante, ballerina e impersonatrice di Marilin Monroe di Reggio Emilia. Conosciuta dal grande pubblico per aver recitato nel film “Diamond – Fotografia di un Amore” del regista Federico Zerbin, Tania è una Ragazza dai mille interessi, dalla fotografia al canto passando per il primo amore, la danza. Tania in questi giorni ha registrato, sempre insieme a Zerbin, un video che uscirà prossimamente e dedicato a Miley Cyrus dal titolo “Wrecking ball”. Ecco a voi, lettori di Nonsolomodanews, l’intervista che Tania ci ha voluto concedere.

Tania Orlandini
Tania Orlandini

Ciao Tania, ti vuoi presentare ai nostri lettori? Ciao, mi chiamo Tania ho 18 anni e vengo da Reggio Emilia! Fin da piccola ho sempre creduto di appartenere al mondo della spettacolo e con l’avanzare degli anni sto realizzando il mio sogno. Ho studiato 3 anni all’artistico, il terzo anno nel settore “Stilista”, dopodiché ho deciso di cambiare indirizzo ed ora sono all’ultimo anno alla scuola di Cure Estetiche (Parrucchiera/Estetista). Questo perchè ho sempre avuto anche la passione per i capelli, le unghie, MakeUp e tutto ciò che riguarda la cura del corpo. Parlando dei miei inizi nel mondo dello spettacolo, ho studiato danza, ho iniziato a praticare canto, ho posato come modella, ho lavorato come “impersonatrice” di Marilyn Monroe, ho partecipato ad un film ed ora giro video musicali. Qualcos’altro? (sorride)! Vivo per tutto questo e spero di continuare a realizzare i miei sogni, puntando sempre più in alto”. 

Come sei di carattere? “Sono per natura una ragazza molto solare, simpatica, determinata e che odia litigare! Nutro un odio profondo verso le persone superficiali e piene di pregiudizi. Un lato difficile del mio carattere è la perseveranza: sono molto testarda e ribadisco fino alla fine il mio punto di vista! Alle volte può essere frustrante, ma mi ha sempre dato onore e mi ha aiutato a non farmi influenzare. La parte del mio carattere che amo di più è il fatto di indossare sempre il sorriso, qualunque sia il mio umore!”. 

Qual è il tuo colore preferito? “Ho due colori preferiti: il fucsia ed il verde Tiffany”.

Tania Orlandini
Tania Orlandini

Tu saltuariamente posi, cosa cercano i fotografi da te? “Le volte che mi è capitato di posare ho sempre recitato un personaggio. Non necessariamente una persona famosa, ma ho sempre indossato abiti di scena! Per me un servizio fotografico è come un opera: se dovessi fare foto normali con addosso dei miei vestiti o vestita semplice, per me non ne varrebbe la pena.. Foto del genere posso scattarmele anche da sola, no?”.

In passato hai posato come Marilyn Monroe, cosa ti ricordi di quelle esperienze? “Inizialmente ci ho dovuto prendere la mano, ma poi con l’aiuto anche delle persone che in giro mi riconoscevano come lei, sono entrata sempre più nel personaggio. Ho studiato per vari mesi la sua storia, fino a farla mia.

Tania Orlandini
Tania Orlandini

Tu mi hai detto che hai il ballo nel sangue, quando hai iniziato a ballare? “Fin da piccola ho nutrito la passione per il ballo, tutti mi hanno sempre detto che ho iniziato prima a ballare che a camminare! La danza è sempre stata al primo posto nella mia vita, ce l’ho nel sangue, tanto che mia mamma era una ballerina”.

Tua mamma era una ballerina professionista? Si, mia mamma era una ballerina professionista di balli da sala. Mio nonno era padrone di una sala da ballo, e mia mamma è diventata ballerina all’età di soli quattro anni! Ha partecipato a varie gare nazionali ed anche ai Campionati di ballo, vincendo vari premi”.

Tania Orlandini
Tania Orlandini

Come hai cercato di sviluppare queste tue doti, sei andata a scuola di ballo? “Si, sono andata anche a scuola di ballo per qualche anno, ma mi resi conto che non avevo bisogno di imparare coreografie o di imparare determinate tipologie di danza, perchè tutto ciò di cui avevo bisogno ce l’avevo già, mi usciva naturale.”.

Che cosa ti ricordi di quando eri piccola e in modo particolare del ballo? “Ricordo che le mie insegnanti si stupivano nel vedermi ballare, era impossibile per una bambina saper già ballare in quel modo senza aver mai studiato danza prima d’ora! Purtroppo però, causa la mia timidezza a quei tempi, decisi di abbandonare la scuola di danza perchè non volevo partecipare ai saggi”

Come hai fatto per mantenere queste capacità? “Ho passato la mia infanzia ad allenarmi giorno dopo giorno nella mia stanza e lo continuo a fare tutt’ora.. senza non potrei vivere”.

Tania Orlandini
Tania Orlandini

Poi cosa è successo? “Con l’andare avanti negli anni, scoprì un’altra mia passione: il canto. Anche qui, ciò che so fare oggi, non l’ho imparato in nessuna scuola, ma solo grazie alla mia costanza ed al continuo esercizio”.

Ci racconti come hai scoperto quest’altro talento? “Qualche anno fa, iniziai con il fare delle cover sul mio canale Youtube. Ebbero un discreto successo, ma ovviamente, modestia a parte, ora so fare di meglio per fortuna (sorride)!”.

Tania Orlandini
Tania Orlandini

Tutto qui? “No, visto che a me piace cambiare, nella mia vita ho cambiato il colore dei miei capelli svariate volte, fin dall’età di 11 anni. Il mio sogno era arrivare al biondo platino. Così, dopo mille colori, tonalità e tagli diversi, arrivai a raggiungere il mio scopo! Casualmente mi tagliai i capelli corti, e con quel colore e quel taglio molta gente iniziò a paragonarmi a Marilyn Monroe”.

E cosa hai fatto per poter entrare meglio nel personaggio? “Conoscevo già Marilyn, icona dello star system americano, ma volli saperne di più. Studiai la sua storia per mesi, fino ad impararla a memoria! Feci pure dei progetti per la scuola su di lei ottenendo anche grandi risultati! Più la conoscevo, più iniziavo a capire quanto ci assomigliassimo. E non parlo dell’aspetto esteriore, ma proprio nella vita di tutti i giorni, nel modo di pensare, nel comportamento”.

E la svolta?Un giorno un fotografo di Bologna mi chiede di fare un book fotografico su Marilyn, che intitolammo appunto “Tania – Marilyn 2013”. Le foto vennero pubblicate su internet, in rete c’è anche un video del “backstage” fatto da me sul mio canale, così da quel giorno le persone che mi incontravano in giro o nei locali mi riconoscevano come “Marilyn”! Divenne come un mio alter-ego che sentivo più vicino di quanto sembrasse”.

Tania Orlandini
Tania Orlandini

Pensi che grazie al fotografo e al vostro progetto la tua vita abbia preso una piega differente rispetto a quella che sarebbe stata senza questo “book”? “Si certo. Grazie alla fama raggiunta e al passaparola della gente, venni chiamata in una radio locale, ed in seguito fui presa come impersonatrice di Marilyn Monroe.”Andavo ad eventi, locali, la gente voleva scattarsi foto con me, fare due chiacchiere, chiedermi come mi facessi i capelli e dove trovavo gli abiti, parlare del più e del meno insomma”.

E a livello cinematografico quale sono state le tappe di avvicinamento a questo mezzo mediatico? “Ad Ottobre 2012, fui contattata da un regista in erba che mi chiedeva di apparire come comparsa nel suo film “Diamond – Fotografia di un Amore”. Inizialmente dovevo appare in una piccola scena dove interpretavo appunto Marilyn in un ballo Burlesque. Dopo qualche mese, una delle quattro protagoniste si ritirò e chiesero a me di prendere il suo posto”.

Accettasti subito, no? “No, io non me la sentivo e rifiutai per vari giorni… finché mi convinsero e decisi di provare. Questa fu una delle scelte più azzeccate e che non dimenticherò mai per tutta la mia vita”.

Tania Orlandini
Tania Orlandini

Dicci le tue sensazioni. “Le riprese durarono fino a Giugno 2013, dove finito il lavoro, il regista del film dal titolo “Diamond – Fotografia di un Amore” Federico Zerbin, si congratulò per il risultato ottenuto. La notizia dell’uscita del film fece un enorme scalpore ovunque, fino al punto che alla sera della prima al cinema Boiardo di Scandiano (RE) fecero SOLD OUT entrambe le visioni”.

Voi eravate presenti alle proiezioni? “Eravamo presenti anche noi ovviamente, ed i momenti di commozione non sono per niente mancati. Finimmo su vari giornali come “Il Resto del Carlino” ed altri sia durante le riprese e sia dopo la serata della prima. Fummo tutti pienamente FIERI di questo grande lavoro e del successo che aveva riscosso! Ora, insieme al regista Federico Zerbin, giro video musicali, un’altro mio sogno nel cassetto che si sta realizzando”.

Mi hai detto che hai qualcosa in comune con Miley Cyrus. Ci vuoi raccontare che cosa sta per succedere e che programmi hai in futuro? “Tra poco uscirà il video “Wrecking Ball”, omaggio all’artista del 2013 Miley Cyrus (della quale io sono una grande fan da 8 anni) ed al suo video, il più visto dell’anno. Non nascondo che ci sono altri lavori in programma, ma per ora non posso ancora dire niente.

Grazie Tania e auguri.

I credits delle fotografie appartengono ai relativi fotografi. Le fotografie sono state fornite da Tania Orlandini – Tutti i diritti riservati – Email: nonsolomodanews@gmail.com

Intervista a Mandita Musat, attrice di origine romena, in scena al Salone Margherita il Bagaglino di Roma con Pippo Franco

Postato il Aggiornato il

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il 2014 è iniziato da poche ore ed ecco a voi, amici di Nonsolomodanews, l’intervista che l’attrice, attrice di origine Romena in questi giorni è al Salone Margherita Il Bagaglino con lo spettacolo “Il segreto di Mastro Titta” con Pippo Franco, Gegia e altri attori di valore ha voluto concederci.

Mandita Musat
Mandita Musat

Ciao Mandita, grazie per l’intervista e auguri per un 2014 ricco di soddisfazioni ma veniamo subito a noi. Molte cose si sanno di te, che sei stata su Gold TV, che sei in teatro con Pippo Franco ma come sei di carattere? Sono una donna energica e dal carattere forte e determinato, sempre alla ricerca dei nuovi stimoli”.

Tu sei un’attrice che pian piano si sta imponendo alla ribalta nel panorama artistico italiano, ci racconti le tue sensazioni di questa tua ascesa? “Pur sapendo che fare strada nel mondo dello spettacolo non è facile per mille motivi, ho continuato a credere in me stessa e nelle mie capacità artistiche. Ora mi sento forte e sicura e posso affermare che la bellissima strada artistica che ho intrapreso, nessuno mi può ormai fermare (sorride ma non troppo)”.

Cosa significa essere Romeni a Roma? “Essere Romeni a Roma significa… essere italiani, (e non è una battuta!) ci accomuna moltissimo la vostra cultura, mi sento più romana che romena , anzi più romana che italiana (ride); in due parole mi sento fortunata ad essere una romena che vive a Roma

Mandita Musat in un programma televisivo
Mandita Musat in un programma televisivo

Il nuovo anno è alle porte, che cosa si aspetta Mandita Musat dal 2014? “Dal nuovo anno mi aspetto delle nuove proposte di lavoro che mi soddisfino e che mi diano la carica di viverli in maniera serena e gioiosa , non c’è niente di più bello al mondo che vivere con gioia e grande soddisfazione tutto quello che stai realizzando …”.

Anticipazioni dei tuoi progetti futuri? “Alcuni progetti televisivi, teatrali e cinematografici sono già in cantiere ma per scaramanzia non voglio svelare più di tanto fino alla realizzazione dei miei preziosi progetti” .

Mandita Musat e Pippo Franco
Mandita Musat e Pippo Franco

Dei tuoi progetti nel cassetto non ce ne parli e noi non insistiamo ma del tuo attuale impegno presso il Salone Margherita Il Bagaglino con Pippo Franco ce ne vuoi parlare? “Certo, sarò in scena fino al 6 gennaio 2014 con lo spettacolo <<Il segreto di Mastro Titta>> Poi, dopo una pausa di qualche mese,  sarò di nuovo in scena con lo stesso spettacolo al teatro ROMA dal 24 marzo al 14 aprile 2014”.

Quando hai iniziato a recitare?Ho iniziato a recitare sin da piccola in un bellissimo spettacolo internazionale  <<Sogno di una notte di mezza estate >> di William Shakespeare . Interpretavo un folletto magico.

Mandita Musat nello spettacolo "Il segreto di Mastro Titta"
Mandita Musat nello spettacolo “Il segreto di Mastro Titta”

Pippo Franco è un’icona del mondo dello spettacolo italiano, lo ricordiamo al timone di vari spettacoli televisivi dove la comicità era di casa, ci racconti la tua esperienza che stai vivendo a teatro con lui? “L’esperienza che sto vivendo con Pippo Franco, nella rappresentazione dello spettacolo  da lui scritto e diretto  <<Il segreto di mastro Titta>>,  direi  unica e originale.  Pippo Franco è un grande artista e un grande maestro dell’arte e uno che ama la perfezione e la disciplina, che sono, secondo me, due componenti essenziali per diventare un vero artista”.

Di questa esperienza che cosa ti ricorderai? “Da lui ho imparato tantissimo; ascoltandolo con attenzione mi ha insegnato a rendere il personaggio che interpreto,  la Contessa Delli Colli, adorabile e credibile al pubblico” .

Mandita Musat nello spettacolo "Il segreto di Mastro Titta"
Mandita Musat nello spettacolo “Il segreto di Mastro Titta”

Qual è il rapporto con il resto della Compagnia teatrale? “Buonissimo. Mi sento come se fossi in una grande famiglia, sono tutti molto carini con me, mi hanno accolta tra di loro con tanto amore ed entusiasmo, più che una compagnia teatrale direi che è la seconda mia casa. Insieme diamo il meglio di noi stessi per rendere <<Il segreto Di Mastro Titta>> scritto e diretto da Pippo Franco, in un grande successo di pubblico”.

Grazie Mandita e auguri di un felicissimo 2014.

Bruno Angelo Porcellana

I credits delle fotografie appartengono Michele Simolo Le fotografie sono state fornite da Mandita Musat – Tutti i diritti riservati – Email: nonsolomodanews@gmail.com